DIRITTO ALLO STUDIO, RITARDO NELL’EROGAZIONE DEI FONDI. STUDENTI IN GRANDE DIFFICOLTA’ CHIEDONO CERTEZZE SULLE TEMPISTICHE E LE COPERTURE

Francesca Frediani, Consigliere regionale Unione Popolare Piemonte

I fondi per il diritto allo studio non sono sufficienti a coprire l’intera graduatoria, così più di 1800 studenti idonei sono rimasti copertura. E nell’attesa che si trovi una soluzione, qualcuno è stato anche costretto a tornare nel proprio paese d’origine.
Lo ha ribadito una delegazione di studenti che questa mattina, dopo un presidio di fronte al Consiglio regionale, è stata ricevuta a Palazzo Lascaris per fare il punto sulla situazione.
Fra affitti sempre più alti e aumento dei costi della vita, i giovani universitari hanno rimarcato le difficoltà che devono affrontare ogni giorno per sostenere le spese legate al percorso universitario e alla quotidianità.
Secondo la Giunta, il ritardo sarebbe dovuto alla chiusura tardiva dell’istruttoria da parte di EDISU, oltre che a problemi di cassa recentemente scoperti, ed entro fine mese i fondi dovrebbero essere nelle disponibilità dell’ente, ma per molti ragazzi due mesi di ritardo rappresentano un problema di non poco conto.

L’incontro ha rappresentato un’occasione per questi studenti per esprimere un disagio che si estende ben al di là della questione “borse di studio” ed abbraccia tematiche attuali e scottanti, come le priorità del Governo, condivise anche dai livelli istituzionali locali, che dimostra di non avere la volontà di mettere al centro dell’azione politica l’istruzione e il futuro dei giovani e aumenta gli investimenti in spese militari.
In questo senso, l’inaugurazione della Città dell’Aerospazio è stata citata come esempio di una progettualità orientata all’industria bellica che le giovani generazioni respingono con forza.

Ultimi articoli 


Sosteniamo le richieste delle detenute del Carcere di Torino. Il Parlamento approvi le norme per contrastare il sovraffollamento

1 Febbraio 2024/da movimento4ottobre

LEGGE FINE VITA PIEMONTE: INCOMPRENSIBILE LA PRESENZA DI UN RELIGIOSO AL TAVOLO TECNICO.

30 Gennaio 2024/da movimento4ottobre

NUOVA LEGGE ELETTORALE, UNIONE POPOLARE IN CAMPO A DIFESA DELLA GARANZIA DI UNA REALE RAPPRESENTANZA DEMOCRATICA

7 Luglio 2023/da movimento4ottobre

“UNA MAGGIORANZA LACERATA DA DIVISIONI INTERNE E GIOCHI DI POTERE NON PUO’ PRODURRE NULLA DI BUONO PER I PIEMONTESI”

27 Giugno 2023/da movimento4ottobre

SEDUTE CONVOCATE H24 PER INTRODURRE I SOTTOSEGRETARI, DIMOSTRAZIONE DELL’ARROGANZA DEL CENTRODESTRA.

20 Marzo 2023/da movimento4ottobre

Non partecipiamo allo spot leghista con Calderoli sull’autonomia differenziata.

26 Febbraio 2023/da movimento4ottobre

LA LEGGE ELETTORALE REGIONALE DEVE GARANTIRE UNA REALE RAPPRESENTANZA

2 Febbraio 2023/da movimento4ottobre

La legge Omnibus della maggioranza di destra è piena di insidie. Con un colpo di mano la Giunta chiede la procedura di urgenza

9 Gennaio 2023/da movimento4ottobre

Il Movimento 4 Ottobre aderisce a Unione Popolare

9 Gennaio 2023/da movimento4ottobre

Crisi di Governo e pantomima estiva

18 Luglio 2022/da movimento4ottobre

Il progetto del Movimento 5 Stelle è distrutto. Ora si crei spazio di confronto fra chi ha in mente un modello di mondo differente

27 Giugno 2022/da movimento4ottobre

I rifiuti di Roma al Gerbibo dimostrano che non abbiamo bisogno di nuovi inceneritori

21 Giugno 2022/da movimento4ottobre