,

Troppi soldi alle private? Fondi vadano all’istruzione no a guerra e grandi opere inutili

Nessun disservizio da parte dell’AslTo3 per l’assessore alla sanità Icardi. Le interminabili code che si formano quotidianamente all’esterno del poliambulatorio di Condove, senza possibilità di ripararsi e nemmeno di sedersi per gli utenti, sarebbero la conseguenza dei pre-triage per garantire l’accesso in sicurezza all’interno della struttura. Una procedura in vigore dall’emergenza pandemica che attualmente non avrebbe più ragion d’essere e che, sempre stando a quanto riferitoci, dovrebbe estinguersi già la prossima settimana.

Le segnalazioni che ci sono giunte, fra l’altro relative a numerose altre strutture dell’AslTo3 e non solo, si riferiscono tuttavia a numerosi disservizi di cui le lunghe attese all’esterno rappresentano solo la punta dell’iceberg. Siamo convinti che il venire meno del pre-triage potrà in qualche modo accelerare le procedure, ma non risolverà i problemi strutturali ed endemici che pervadono la gestione dei servizi sanitari sul territorio.
Continua a mancare, sia da parte delle aziende sanitarie, sia da parte della politica, una visione a lungo termine e la capacità di elaborare soluzioni capaci di rendere i servizi più efficienti ed accessibili.

E i territori sono sempre più abbandonati a loro stessi, mentre il privato a pagamento diventa per molti l’unica possibilità di svolgere in tempi brevi visite ed esami. Una vergogna che non ci stancheremo mai di denunciare.

Francesca Frediani, Consigliere Regionale Movimento 4 Ottobre Piemonte

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.