IL PROGETTO PATRES USA FONDI DELLA LEGGE SULL’INVECCHIAMENTO ATTIVO, ESPRIMIAMO DUBBI SULLA COERENZA CON LE FINALITA’. DICIAMO BASTA ALLA MILITARIZZAZIONE DELLA SCUOLA.

Francesca Frediani

Utilizzare i fondi di un bando per la legge sull’invecchiamento attivo per introdurre nelle scuole veterani in congedo a parlare dei valori della patria e delle forze armate è una forzatura non in linea con le finalità della legge stessa, proposta proprio nella scorsa legislatura dal MoVimento 5 Stelle che oggi invece plaude all’iniziativa. Lo abbiamo ribadito oggi in Consiglio Regionale, chiedendo inoltre all’Assessore Marrone di chiarire la procedura e i criteri adottati per svolgere il bando, soprattutto in considerazione della presenza di progettualità ritenute idonee ma rimaste senza copertura di finanziamento.
Al di là dell’iniziativa in questione, che sarà oggetto di ulteriori approfondimenti da parte nostra, preoccupa la sempre più diffusa attività di militarizzazione nelle scuole. Riteniamo che la scuola debba essere il luogo in cui promuovere una cultura di pace e ci opponiamo al processo di militarizzazione in atto da tempo nelle scuole di ogni ordine e grado e sotto diverse forme, così come il continuo richiamo della destra agli “insegnamenti un tempo trasmessi dalla leva obbligatoria”.
I giovani stanno vivendo una quotidianità intrisa di immagini di guerra, militarismo e conflitti diffusi, con lo spettro del rischio incombente di un conflitto mondiale e nucleare. Prospettive che non fanno che alimentare ed accrescere il loro senso di impotenza e incertezza verso il futuro. E’ precisa responsabilità delle generazioni adulte ed anziane farsi carico del disagio crescente, promuovendo un’idea di società moderna e in grado di garantire stabilità e sicurezza: trasmettere i valori della Costituzione significa difendere e diffondere contenuti di pace, dialogo e democrazia, non valori anacronistici e riferiti ad una retorica di “patria e sacrificio”, ormai fuori dal tempo.

Ultimi articoli 


Sosteniamo le richieste delle detenute del Carcere di Torino. Il Parlamento approvi le norme per contrastare il sovraffollamento

1 Febbraio 2024/da movimento4ottobre

LEGGE FINE VITA PIEMONTE: INCOMPRENSIBILE LA PRESENZA DI UN RELIGIOSO AL TAVOLO TECNICO.

30 Gennaio 2024/da movimento4ottobre

NUOVA LEGGE ELETTORALE, UNIONE POPOLARE IN CAMPO A DIFESA DELLA GARANZIA DI UNA REALE RAPPRESENTANZA DEMOCRATICA

7 Luglio 2023/da movimento4ottobre

“UNA MAGGIORANZA LACERATA DA DIVISIONI INTERNE E GIOCHI DI POTERE NON PUO’ PRODURRE NULLA DI BUONO PER I PIEMONTESI”

27 Giugno 2023/da movimento4ottobre

SEDUTE CONVOCATE H24 PER INTRODURRE I SOTTOSEGRETARI, DIMOSTRAZIONE DELL’ARROGANZA DEL CENTRODESTRA.

20 Marzo 2023/da movimento4ottobre

Non partecipiamo allo spot leghista con Calderoli sull’autonomia differenziata.

26 Febbraio 2023/da movimento4ottobre

LA LEGGE ELETTORALE REGIONALE DEVE GARANTIRE UNA REALE RAPPRESENTANZA

2 Febbraio 2023/da movimento4ottobre

La legge Omnibus della maggioranza di destra è piena di insidie. Con un colpo di mano la Giunta chiede la procedura di urgenza

9 Gennaio 2023/da movimento4ottobre

Il Movimento 4 Ottobre aderisce a Unione Popolare

9 Gennaio 2023/da movimento4ottobre

Crisi di Governo e pantomima estiva

18 Luglio 2022/da movimento4ottobre

Il progetto del Movimento 5 Stelle è distrutto. Ora si crei spazio di confronto fra chi ha in mente un modello di mondo differente

27 Giugno 2022/da movimento4ottobre

I rifiuti di Roma al Gerbibo dimostrano che non abbiamo bisogno di nuovi inceneritori

21 Giugno 2022/da movimento4ottobre