Osservatorio Tav: inopportuna la nomina di Rinaudo, il presidente ci ripensi

La nomina di Antonio Rinaudo nell’Osservatorio TAV è fortemente inopportuna. Una vera e propria provocazione verso i cittadini che in questi anni hanno assistito alla devastazione del territorio e subito la dura repressione messa in atto dalla magistratura torinese. Gli abitanti della Val di Susa non possono tollerare ulteriormente l’imposizione di un luogo di confronto privo di qualsiasi credibilità.Un luogo in cui si pianifica il continuo ricatto delle compensazioni offerte per realizzare opere dovute.

Cirio riveda la sua decisione, si chiuda l’Osservatorio e si ponga a fine alla follia di voler realizzare a tutti i costi un’opera inutile e devestante, in un momento di grave crisi economica e politica, sull’orlo di una catastrofe climatica e con l’urgenza di ben altre priorità per tutto il Paese.

Francesca Frediani

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.