La regione verifichi la situazione delle famiglie con figli autistici. Chiediamo maggiore impegno.


Servono più garanzie e un maggiore impegno per assistere le famiglie con figli autistici e affetti da disturbi del neurosviluppo: è ciò che è emerso oggi dall’audizione dell’Associazione valsusina Cuori Blu Autismo che si occupa di dare sostegno e trovare soluzioni ai problemi delle famiglie.
L’associazione lamenta la difficoltà a reperire informazioni e ad interfacciarsi con tutti gli enti competenti, trovandosi poi di fronte a percorsi di terapia insufficienti o inadeguati, soprattutto per la fascia 0-5 che è la più ricettiva e che, se seguita adeguatamente, garantirebbe una maggiore probabilità di benessere futuro per le famiglie e i minori coinvolti.
Il setting in cui avvengono gli incontri con le famiglie, di competenza dei Consorzi, non è adeguato e spesso consiste in stanzini ricavati in spazi di recupero, con mobilio scarno e senza adeguati stimoli.


A fronte di numerose segnalazioni ricevute nell’ultimo periodo, quindi, abbiamo chiesto un’audizione del consorzio CONISA che opera in Val di Susa e che è l’unico, secondo quanto riferito nell’incontro odierno, a chiedere una compartecipazione economica alle famiglie.
Manca quindi percorso di presa in carico chiaro delle famiglie che si trovano ad affrontare questi disturbi, lasciate a loro stesse e al loro spirito di iniziativa nel lottare contro un sistema farraginoso, lacunoso e restio a fornire informazioni.
Preoccupa inoltre il racconto di chi si è visto negare il diritto di beneficiare dell’assegno per i caregiver: a quanto pare in Val Susa molte famiglie hanno presentato domanda, ma, una volta inserite in graduatoria, non hanno più ricevuto notizie.
Continueremo a tenere alta l’attenzione sul tema e faremo il massimo per quanto ci è possibile per fornire risposte esaurienti e il miglior sostegno possibile a tutte le famiglie che ne hanno bisogno.

Francesca Frediani

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.