LA VALSUSA NON ARRETRA DI UN CENTIMETRO. L’8 DICEMBRE È E SARÀ SEMPRE NO TAV

Non molliamo di un centimetro.
Che si blateri pure di compensazioni, dell’ennesimo fasullo avvio dei lavori di scavo, di via della seta o delle armi. Si lasci pure il neo-ministro delle infrastrutture annunciare che “andranno avanti come un treno”.
Ma la Val di Susa non è in vendita.
La verità è una e una sola: non un solo centimetro di tunnel è stato scavato e da Bussoleno a San Didero si è levata, come ogni 8 dicembre, la voce di un popolo solidale che resiste e combatte da più di trent’anni per proteggere la propria terra ed il pianeta stesso dallo sfruttamento e dalla devastazione di un’opera inutile ed ecocida come la Torino Lione.

Contro lo spreco delle risorse pubbliche, la terra e la salute non hanno prezzo.
C’eravamo anche noi sin da quel primo 8 dicembre del 2005. C’eravamo, ci siamo e ci saremo sempre.

Francesca Frediani, Consigliere regionale M4O Piemonte