Crisi di Governo e pantomima estiva

Riguardo a questa ennesima crisi che sta divampando nella torrida estate italiana abbiamo una sola certezza: nessuno sta agendo nell’interesse dei cittadini.

Perché, mentre siccità e caldo estremo mettono in ginocchio un Paese già ferito da una crisi sociale ed economica senza fine, va in scena una pantomima vergognosa. Un teatrino in cui #Draghi, #DiMaio, #Conte, #Salvini, #Letta e #Meloni recitano il peggior canovaccio sulla pelle sudata degli italiani. Una recita insipida a cui si è aggregato, senza aggiungere granché al dibattito, il Sindaco di Torino Lo Russo, con il suo appello per Salvare il Governo.

Quel che succederà nelle prossime ore con il voto di fiducia al Governo ancora non si sa, ma quel che è evidente è l’ultimo cortocircuito fra i 5 Stelle: un movimento nato per smantellare un sistema e ricostruirlo secondo una nuova visione e con la partecipazione attiva dei cittadini, alla fine si è rivelato autodistruttivo e chiuso nelle sue beghe di potere. Negli anni ha cambiato idea su tutto, ha governato con tutti e contro tutti e ha finito per scegliere come guide le figure più “responsabili” e “governiste”, sacrificando in toto la propria identità.

Siamo ai titoli di coda di questo squallido sceneggiato, ne è testimonianza la lunghissima call in remoto in cui anche gli ultimi frammenti di stelle sono andati in frantumi. Forse altri seguiranno Di Maio per finire disciolti nel grande buco nero del grande centro (magari un giorno la Nasa riuscirà a fotografarli).

Il vero MoVimento è “qui fuori” da un pezzo, ancora e sempre dalla parte giusta.

✊ Per quanto ci riguarda, però, sappiamo che le grandi battaglie sono ancora in corso e che i cittadini chiedono misure urgenti per contrastare il riscaldamento globale, per sostenere il reddito delle fasce più deboli, per ridare dignità a scuola e sanità pubblica. Misure che solo un nuovo Governo espressione di una maggioranza votata dai cittadini può portare avanti, assumendosi piena responsabilità.

Francesca Frediani

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.